Articoli correlati
Un po’ di Autostrade
Le aggiudicazioni di gara nel settore autostradale nel primo semestre 2015
Un, due, tre: strada!
Open day Caterpillar/CGT (con la partecipazione di Sitech) per i clienti del settore stradale, tra tanti nuovi prodotti e soluzioni tecnologiche all’avanguardia
La pavimentazione decolla
L'aereoporto Biggin Hill completamente pavimentato con la Bomag BF600
Veloce, pratica e produttiva
Abbiamo visto all'opera la AP600D nelle valli bellunesi, fornita da CGT alla Roni di Mas Sedico


articoli
venerdì 12 settembre 2008

Assimilabili al subappalto

Fornitura e posa in opera di asfalto nel rispetto dei principi vigenti in materia

Con una Deliberazione del 3 Settembre, l'Autorità ha risposto ad un quesito riguardante l'applicazione della normativa vigente in materia di subappalto per ipotesi di fornitura e posa in opera di conglomerati bituminosi, nonché a comportamenti di dubbia liceità nel settore dei lavori stradali. L'Autorità ha confermato che anche per i sub-affidamenti non qualificabili come subappalti ai sensi dell'art.18, comma 12 della legge n. 55/1990, pur in assenza di un obbligo di autorizzazione, deve comunque essere assicurato, da parte delle amministrazioni appaltanti, il rispetto dei principi generali che regolamentano la materia. L'Autorità ha altresì precisato di ritenere assimilabile al subappalto qualunque contratto concernente la fornitura e posa in opera dei conglomerati bituminosi, in quanto comprensivo di una serie di lavorazioni, tutt'altro che accessorie e/o complementari rispetto al bene fornito, riconducibili a lavori e in relazione alle quali si pone l'esigenza che siano eseguite da soggetti, non solo in regola con la disciplina c.d. antimafia, ma anche in possesso di idonea qualificazione. Deve peraltro considerarsi vietato ogni sub-contratto che nella sostanza, al fine di aggirare il divieto legislativo, miri a raggiungere lo stesso risultato che si realizza con il subappalto o con il cottimo, ossia l'esecuzione di tutti o parte dei lavori oggetto dell'appalto senza l'autorizzazione della stazione appaltante.

Il caso

L’Autorità ha risposto ad un quesito in merito alla fornitura e alla posa in opera di conglomerati bituminosi. La fattispecie presa in esame riguardava, in particolare, un'impresa appaltatrice che acquista il conglomerato bituminoso presso la ditta produttrice, la quale provvede anche con i propri mezzi a trasportarlo in cantiere. Successivamente l'impresa appaltatrice ha richiesto alla stessa ditta produttrice e fornitrice del conglomerato, il nolo a freddo della vibrofinitrice e dei rulli, di tutti i mezzi accessori necessari alla posa in opera nonché il "distacco funzionale e di dipendenza" dei conduttori dei mezzi d'opera.
Tag: Costruisco infrastrutture - Vibrofinitrici - Rulli


Multimedia
Galleria
04/11/2013