Articoli correlati
L’invasione degli UltraSkid (e non solo)
Ihimer alza l’asticella della ricerca sulle macchine mmt compatte con la presentazione del suo concept di pala compatta 3S, Smart Sustainable Skid
Piccola, ma tostissima!
Viste a Dobris: la nuova pala compatta gommata (skid) Bobcat S770, potente e versatile
Non solo business
Ufficializzata ieri, 4 maggio 2011, la donazione alla Croce Rossa della Lombardia di uno skid L180 da 32 quintali
Le novità JCB al Samoter 2011
Jcb in grande stile al Samoter: dalle terne Eco agli skid, molte le novità in rassegna al Samoter di Verona
La “new generation” JCB
Visibilità e facilità di manutenzione i punti forti dei nuovi 7 skid JCB


articoli
giovedì 15 gennaio 2015

Piccola lince

Arriva la S450 di Bobcat

Da sempre Bobcat ci ha abituato a un esercizio di destrezza, capacità progettuale e a volte vien da pensare che sia quasi magia; riuscire a infilare in una macchina così piccola tanta tecnologia e tale innovazione, in effett,i non è impresa da poco anche, e soprattutto quando, la macchina in questione va a sostituirne un’altra che già era molto in alto nella nostra personale classifica di qualità nel segmento degli skid steer loader (in Italiano pale compatte); la nuova nata della Casa della Lince (marchio fra i più conosciuti del segmento, tanto da essere divenuto sinonimo di un intera gamma di prodotto, si dice spesso compro un Bobcat, per dire compro uno skid), si inserisce nella gamma di pale compatte gommate, sostituendo la S130 che ha avuto in tutto il mondo un notevole successo di pubblico. Quando si arriva al top è difficile rinnovarsi, superarsi; difficile, ma non impossibile, almeno per Bobcat, che, come vedremo, di innovazioni e upgrade ne ha messe davvero molte nel suo nuovo S450. Vediamole assieme.

Idraulica, lavoro di fino

Si fa presto a dire, quando esce una nuova macchina “migliorata l’idraulica”, ormai questa frasetta appare in tutti i comunicati delle Case produttrici, più difficile andare nello specifico, dando informazioni concrete del lavoro progettuale svolto. Nel caso della nuova S450, Bobcat l’ha fatto e di lavoro di ottimizzazione ed efficientamento i progettisti ne hanno compiuto davvero molto.

Si parte da una revisione certosina dei componenti idraulici che ha anche comportato una riprogettazione di tutte le geometrie e le disposizioni di tubi e flessibili, con una scelta di fondo molto importante: utilizzare raccordi idraulici diritti in luogo di quelli orientabili (in genere a 45° o a 90°); risultato? Efficienza complessiva del sistema migliorata e protezione dei tubi flessibili con conseguente riduzione di sfregamenti (e quindi dei costi di sostituzione) e di perdite.

Altro lavoro fondamentale, che per le dimensioni stesse dei componenti non è apprezzabile visivamente, ma ha importanti impatti sull’efficienza e sui costi di manutenzione della pala compatta: Bobcat ha cambiato il filtro del circuito di scarico dell’olio idraulico, infittendo la trama fino a 10 micron (dai 90 precedenti è un bel salto), con una protezione ben maggiore dei componenti dell’impianto. Da sottolineare che la tipologia scelta per il nuovo filtro idraulico principale (a cartuccia) raddoppia i tempi di sostituzione (da 500 a 1000 ore) con impatti più che positivi sui costi di manutenzione, diretti e indiretti (fermi macchina). Ovviamente, dulcis in fundo, la pressione del sistema è stata aumentata rispetto all’S130, con conseguente diretto aumento delle prestazioni idrauliche.

Cabina delle mie brame

Altro asset (come dicono quelli che parlano forbito) importante nel progetto della nuova S450: la cabina. Qui davvero di lavoro ce  n’è stato tantissimo, dato che i Bobcat della serie precedenti erano tra i più confortevoli della categoria. In una battuta “tutto è di più”.

Più grande, e del 45% il portello d’accesso, con la traversa riposizionata verso il basso per una migliore visibilità; più grande l’abitacolo nel complesso (del 10%), che ora è ancor meglio pressurizzato, grazie ad una guarnizione di tenuta monopezzo completamente ripensata che corre integralmente lungo il profilo dello sportello (addio a polvere e sporco in cabina).

Migliore la visibilità panoramica (30%), anche sul posteriore (punto debole di questa tipologia di macchine) dove sono stati abbassati il modulo di raffreddamento e la griglia e aumentata la superficie del lunotto (+14%). Più grandi e ben posizionati tutti i finestrini laterali e ben visibili le ruote, con un lavoro importante sui parabrezza laterali inferiori, che aumentano la superficie del 16%.

Bobcat ha pensato anche a chi lavora all’alba, al tramonto e anche di notte, con un nuovo set di luci anteriori, ben più potenti di quelle precedenti. Comodi, sicuri e con tutto sotto controllo, ovunque si guardi, cosa chiedere di più?

Per gli appassionati dei numeri

Sulle prestazioni dei Bobcat si va sempre sul sicuro e anche questa S450 non è un’eccezione; per gli appassionati dei numeri ecco i dati principali della nuova pala compatta cingolata: capacità operativa nominale 608 kg (il carico di ribaltamento arriva a 1215 kg) con peso operativo di 2240 kg (meno peso rispetto alla macchina sostituita); il profilo di sollevamento è radiale con altezza di scarico a 2157 mm (57 mm in più dell’S130), mentre la portata idraulica standard arriva a 64 litri/minuto.

Per ultimo il dato che quasi tutti guardano per primo (e che andrebbe ponderato sempre in un’ottica complessiva): la potenza arriva a 36,4 kW (su del 6% rispetto all’S130) a 2800 giri minuto.  Più potenza, meno peso, scarica più in alto. Diciamo che c’è da esser soddisfatti del nuovo cucciolo di lince …
Tag: Costruisco edifici - Skid Gommati - Bobcat


Multimedia
Galleria
15/01/2015
Bobcat
Bobcat -

Bobcat è nota in tutto il mondo per le pale compatte, inventate una cinquantina di anni fa in Nord Dakota negli Stati Uniti. Oggi, quasi 1 pala compatta su 2 in tutto il mondo ha il logo inconfondibile della lince Bobcat. Le pale compatte Bobcat sono state introdotte in Europa negli anni ’60. Bobcat Europe, che dalla fine degli anni ’70 ha la propria sede centrale in Belgio, si occupa della vendita e dell’assistenza post-vendita di macchine e veicoli compatti in Europa, Africa e Medio Oriente attraverso una rete di oltre 170 distributori indipendenti. Dal 2000 Bobcat ha notevolmente rafforzato la propria presenza in Europa attraverso l’acquisizione e lo sviluppo di vari stabilimenti di produzione, avvicinando così sempre più i suoi prodotti ai suoi clienti. I movimentatori telescopici Bobcat sono fabbricati a Pont-Château in Francia, mentre un numero sempre maggiore di macchine e accessori vengono prodotti a Dobris nella Repubblica Ceca. Nel 2006 è stato varato un cospicuo piano di investimenti per la costruzione di un nuovo stabilimento di produzione e di un nuovo centro formativo proprio a Dobris.