notizie: Terex Comedil
mercoledì 11 giugno 2014

Tutto da solo!

Una bella macchina questa proposta da Terex alle soglie dell'estate: parliamo della nuova Challenge 3160 con altezza massima di sollevamento di 50 metri e carico assiale che rientra nelle 12 tonnellate (compresa una tonnellata buona di accessori). Il fattore di maggior interesse è che la nuova Terex è completamente gestibile in ogni situazione da un singolo operatore, cosa per niente scontata su mezzi di queste dimensioni.

La Challenge si sposta su carro a tre assi e quindi il suo braccio telescopico è il più lungo al mondo in questa categoria; non solo, ha anche un'interessantissima capacità di sollevamento che garantisce la movimentazione di una tonnellata con uno sbraccio di ben 38 metri.

Altri fattore da sottolineare: il braccio può lavorare con un'inclinazione negativa di 5%, particolarmente utile in tutta una serie di cantieri infrastrutturali. La cabina è tutta nuova e garantisce una visibilità operativa di primo livello, un facile accesso e, dal punto di vista dei comandi, una notevole semplicità d'uso, anche grazie al sistema di controllo IC-1.

giovedì 13 dicembre 2012

20 Terex vanno in Russia

Maxi commessa per Terex; il gruppo russo Linder, uno dei più grandi del paese, ha acquistato venti gru a torre CTT 161A-8 TS. Le gru sono prodotte in Italia, nello stabilimento italiano di Fontanafredda e hanno una portata a 65 metri di 1,4 tonnellate, portata che cresce all'accorciarsi dello sbraccio fino ad un massimo di otto tonnellate. Il gruppo Linder utilizzerà le proprie gru sui cantieri residenziali e industriali che ha attivi in tutta la Russia e, come afferma Aleksandr Nikolaevich Nekrasov, direttore di Linder, ha scelto le macchine Terex per "la versatilità che ci garantiscono in qualsiasi condizione di sollevamento, unità alla loro efficienza le rende utilizzabili al meglio su praticamente tutti i cantieri".

martedì 3 luglio 2012

Una bandiera per Terex

E' prodotta nello stabilimento di Fontanafredda la nuova gru a bandiera di Terex, la CTL 650 F45 che segna l'entrata dell'azienda nel settore delle gru ad alta capacità. Si tratta di una gru dalla capacità massima di sollevamento di 45 tonnellate, equipaggiata con un jib da 65 metri, dotata di una cabina che garantisce (grazie a cinque grandi finestre) la totale visibilità sul campo operativo. La comodità dell'operatore è garantita da una nuova seduta e dai comandi a joystick elettroproporzionali, mentre tutti i dati operativi possono essere visualizzati sul nuovo, ampio pannello a cristalli liquidi.

lunedì 23 maggio 2011

Terex chiama Demag

Arriva venerdì l'offerta ufficiale di Terex agli azionisti di Demag Cranes; il prezzo fissato dal gruppo americano per le azioni di Demag è di 41,75 Euro per azione con un sovrapprezzo di circa il 41 % rispetto alla chiusura delle azioni Demag, registrata al 6 ottobre 2010. Gli azionisti di Demag interessati a vendere avranno tempo fino a giugno per decidere se aderire o no all'offerta.

lunedì 27 settembre 2010

Collaborazione fra Terex e i Marines

Terex si è aggiudicata un contratto di 18,9 milioni di dollari per 200 sollevatori telescopici TX51-19MD da fornire ai Marines americani. La consegna iniziale è di oltre 100 unità per un valore di 9 milioni di dollari e comprende la versione militarizzata del TX51-19MD, collaudata per resistere alle operazioni militari di guado e trasporto in elicottero. La scelta dell’esercito americano è ricaduta sulle macchine Terex sia per la forte collaborazione che li unisce già da 10 anni sia per le ottime prestazioni che offrono.

lunedì 13 settembre 2010

Gli Sprinter Terex per il nuovo porto di Busan

È stato reso noto l’accordo fra Terex attrezzature portuali e Hyundai per la fornitura di 20 carri ponte da porto Terex Noell NSC422 diesel, per la realizzazione del nuovo porto di Busan in Corea del Sud. I 20 Terex garantiranno un alto livello di performance unito a un basso consumo di carburante e costi di manutenzione. Inoltre i carri montano un sistema DGPS e una cabina Creon che assicura maggiore potenza e affidabilità delle prestazioni.
Il porto di Busan è il sesto più importante al mondo per volume di traffico, è stato quindi necessario realizzare un nuovo terminal alle porte della città, per un investimento totale di 10 miliardi di dollari, in un’area di 840.000 m2, messo in atto da un consorzio di 8 investitori fra cui Hyundai.

giovedì 17 giugno 2010

Dunlop: un pneumatico per autogru

Dunlop ha lanciato il nuovo pneumatico ER50 nato appositamente per essere montato sulle autogru. Il pneumatico è stato realizzato completamente nello stabilimento giapponese dove è stato ideato con lo scopo di garantire ottime prestazioni anche ad alte velocità, con carichi pesanti e affidabile sui lunghi percorsi.
Per la loro versatilità possono essere montati facilmente su qualsiasi tipo di autpgru. Il test per gli ER50 è stato eseguito su una autogru Terex AC-120 dove i pneumatici hanno dato dimostrazione di saper resistere ai carichi pesanti e alla velocità; durante un viaggio di 250 miglia senza sosta i pneumatici non sono mai stati sostituiti. La prestazione particolarmente efficiente ha consentito ai pneumatici Dunlop ER50 di essere scelti da Terex per essere montati su tutte le sue autogru.

venerdì 23 aprile 2010

DeFeo fa il punto su Terex

Il Presidente e Ceo di Terex, Ron DeFeo, tramite una conferenza stampa telefonica, durante la fiera Bauma, improvvisata a causa dell’impossibilità della presenza dello stesso, per il divieto di volo, ha confermato i buoni propositi per l’azienda. Secondo DeFeo, Terex non venderà altri settori e non intraprenderà nessuna ulteriore ristrutturazione, dopo aver registrato una perdita di circa 300 milioni di sterline nel 2009, con una contestuale riduzione delle scorte e una crescita del 70% del margine operativo. Dopo la vendita della divisione mineraria e degli escavatori e dumper Atlas, Terex prevede che le vendite aumenteranno di 2,6 miliardi di sterline fino ad arrivare a 3,5 miliardi nel 2013, quando la società avrà il doppio delle attuali dimensioni senza dover effettuare ulteriori acquisizioni, puntando su settori delle attrezzature che si presentano meno ciclici rispetto a quello delle costruzioni.

martedì 16 marzo 2010

Terex abbandona le gru Atlas

Lo scorso 11 marzo, Terex ha annunciato la decisione di vendere il segmento delle gru a braccio knuckle Atlas e parte del segmento movimento terra, ad un investitore privato. Per Terex la scelta di vendere il comparto delle gru Atlas fa parte di una strategia di riposizionamento, dopo che le aveva acquistate nel 2001 con l’intenzione di accrescere il portafoglio degli escavatori a livello mondiale. Terex ammette ora di non essere riuscita nel suo scopo, nonostante i ripetuti tentativi di riposizionamento del comparto, nel 2009 l’azienda ha dovuto affrontare una perdita di 61 milioni di dollari in questa attività su un fatturato di 194 milioni. Dalla cessione rimangono esclusi i mini erscavatori, le pale gommate compatte, i camion articolati, le terne, le pale e altri prodotti fabbricati nel Regno Unito, che rimarranno con Terex, mentre le fabbriche tedesche di gru ed escavatori passeranno al nuovo proprietario entro il secondo trimestre del 2010.

mostra tutte le notizie >>


Terex Comedil