Bari dice stop all’amianto

mercoledì 26 giugno 2013

Il Comune di Bari, attraverso la direzione della Ripartizione Stazione Unica Appaltante Contratti e Gestione Lavori Pubblici, ha emesso un bando di gara a procedura aperta dal valore stimato di 10.861.997 euro, IVA esclusa, per la progettazione esecutiva ed esecuzione dell'intervento di messa in sicurezza permanente del sito inquinato di interesse nazionale "Ex Fibronit" a Bari. Scadenza per le offerte o le manifestazioni di interesse fissata al prossimo 23.08.2013 e tempo di esecuzione dei lavori valutato in 976 giorni dall’aggiudicazione dell’appalto, il cui vincitore sarà selezionato in base all’offerta economicamente più vantaggiosa, ponderata secondo i criteri stabiliti dal capitolato d’oneri, reperibile, così come l’intero bando, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune in via Roberto da Bari, 1 (tel: 080 5238335). Ulteriori chiarimenti possono essere richiesti presso gli uffici della Stazione Unica Appaltante o all’indirizzo di posta elettronica: rip.stazioneappaltante@comune.bari.it. L’area ex-Fibronit di via Caldarola, oltre ad aver ospitato la nota fabbrica che produceva profilati per l’edilizia contenenti polveri d’amianto, ha visto anche sepolti nel proprio sottosuolo gli scarti di lavorazione per oltre 50 anni. Il progetto di bonifica prevede la realizzazione di tendostrutture in decompressione in cui verranno frantumate le macerie contaminate e stoccate nella zona nord dell’area. Il sito sarà posto totalmente in sicurezza grazie all’impiego di speciali pacchetti di isolamento che poi saranno ricoperti dal terreno con la creazione di una serie di collinette artificiali.

Potrebbe interessarti anche