SAIE, continuano le novità e le sorprese - Acme

Dai padiglioni esterni altre interessanti novità

Primo giorno di Saie, molte conferme e alcune novità: le più interessanti arrivano senza dubbio dalla conferenza stampa di JLG che ha presentato un’importante ampliamento di prodotto; la casa americana proporrà al mercato una gamma di 4 modelli (diventeranno di più) di piattaforme articolate cingolate. Frutto di un inedito accordo con un importante produttore italiano di ragni e piattaforme, la Hinowa, la nuova gamma prevede modelli da 14 ai 23 metri, tutti in versione sia elettrica sia diesel, che verranno distribuite da JLG con il proprio marchio e colori. La casa americana provvederà anche all’assistenza. Svelati anche i termini commerciali dell’accordo: JLG distribuirà direttamente dove Hinowa non è presente, mentre nelle zone dove entrambi i marchi sono presenti, i clienti potranno scegliere liberamente tra i due produttori. Hinowa avrà invece l’esclusiva su alcuni mercati europei in particolare la Germania, l’Olanda, il Belgio, il Lussemburgo e l’Austria. Sia Roberto Marangoni, amministratore delegato JLG Italia sia Dante Fracca, nume tutelare dell’Hinowa, si sono dimostrati estremamente soddisfatti dell’accordo che per la casa americana significa estensione del portafoglio prodotto, mentre per gli italiani vuol dire un importante prospettiva produttiva per i prossimi cinque anni (questi i termini temporali dell’intesa). In conferenza stampa, JLG ha anche presentato un nuovo modello di sollevatore a braccio articolato da 12 metri, la JLG 340AJ; la più compatta della gamma JLG, ha un peso di 4500 kg, carro compatto, assale oscillante di serie, trasmissione idrostatica e monta un motore Kubota da 19,4 kW. Il braccio è articolato a 3 sezioni con jib di serie, interessante anche la scelta della cofanatura in acciaio, ma soprattutto il sistema di discesa del braccio a gravita che consente di ottimizzare i consumi. Da non sottovalutare: 3 340AJ, in posizione chiusa, stanno tranquillamente su un carrellone standard, un bel risparmio. Disponibile da aprile 2011.

Un controllo di qualità

Autec espone al Saie il nuovo modello FJM di trasmittenti della serie Dynamic, che possono essere montate su ogni tipo di macchina, dalle piattaforme aeree, alle macchine movimento terra fino alle perforatrici. Fjm è gestita interamente con comandi wireless che garantiscono la massima sicurezza. Offre la possibilità di visualizzare i messaggi provenienti dalla macchina direttamente sul display, programmare le uscite tramite interfaccia Can/CanOpen. Massima anche la protezione dalle interferenze: i radiocomandi eseguono continue scansioni spostandosi automaticamente sulle frequenze libere per poter lavorare senza interruzioni.
Le due parole d’ordine quest’anno di Effer al Saie saranno Progress e CroSStab, visto il grande successo ottenuto dal sistema di controllo elettronico e dal falso telaio integrale, l’azienda ha deciso di ampliare la gamma. Il sistema Progress gestisce il controllo completo della retrocabina, massimizzando performance e sicurezza, è dotato del sistema Can-Bus che dialoga con il radiocomando e i moduli elettronici, fornendo all’operatore il fedd-back delle performance sul display. CroSStab è caratterizzato da due stabilizzatori incorporati nella parte anteriore che aumentano la stabilità della retrocabina e riducono l’impatto economico dell’installazione su autocarro. Al Saie sono stati presentati i modelli 2455 Progress con doppio CroSStab, 4 stabilizzatori e 7 sfili idraulici, la 955 Progress CroSStab con 8 sfili idraulici e la 305 Progress con 5 sfili. A completare l’intera gamma ci saranno anche la 255 ESS, la 175 ESS e la 135 mini ESS.

Emiliana Serbatoi esibisce al Saie il Carrytank 220, contenitore in polietilene studiato appositamente per il trasporto di gasolio. La dotazione del Carrytank 220 comprende numerosi inserti tutti realizzati in ottone: il tappo di carico in alluminio da 2”, il tappo di sicurezza a doppia valvola, il gruppo di travaso, un rubinetto di sicurezza con raccordo girevole, gli imbocchi per il sollevamento a pieno con forche e impugnatura per il sollevamento a vuoto. Il Carrytank 220, di dimensioni 912x601x622 mm, ha capacità nominale di 220 l, peso a vuoto di 24 kg e spessore del serbatoio di 5 mm. È presente in due differenti modelli per quanto riguarda i gruppi di travaso: lo Z1 con pompa da 12 o 24 volt , portata da 45 l/min e pistola automatica con 4 m di tubo, mentre il modello M è costituito da pompa a membrana e pistola manuali.
Al Saie HBC Radiomatic presenta la versione completamente riprogettata del sistema di controllo radio classico HBC eco-radio con funzionalità potenziate grazie all’ulteriore innovazione della radio trasmittente disponibile ora con 5 Led, nuove opzioni e gestione tramite un nuovo sistema wireless. Più sicuro, durevole e conveniente, anche il design è diventato più compatto ed ergonomico ed è disponibile con un notevole pacchetto di attrezzature incluse. La seconda novità di HBC Radiomatic consiste nel radiocomando salvavita Handy che, mediante un pulsante, garantisce protezione totale durante i lavori di manutenzione in impianti industriali e non solo. Ha un sistema di protezione che entra in azione automaticamente in caso di pericolo o di movimenti involontari della macchina, bloccando tutti i comandi. Il nuovo sistema operativo a doppia attivazione migliora la sicurezza della macchina nel caso l’operatore ne perdesse il controllo o ci fossero guasti.

Fassi e Locatelli, gru per tutti i gusti

FassiGru ha presentato in anteprima assoluta in Italia, al Saie, il nuovo modello che completa verso l’alto la gamma delle gru idrauliche. La nuova retrocabina sarà proposta in 3 diverse versioni: 24 a 4 sfili idraulici, 26 a 6 sfili idraulici e 28 a 8 sfili; la prima ha un braccio di 11 m, la seconda di 15,25 e infine la terza di 19,40 m.
Sono previsti anche 2 modelli con prolunga a 4 e 6 sfili idraulici. Tutti i modelli rispettano comunque delle determinate caratteristiche tecniche come la rotazione continua su ralla, basamento con falso telaio incorporato, sistema di collegamento dei bracci con doppio martinetto e doppia biella. Dispone di due serbatoi d’olio da 260 l l’uno, due scambiatori di calore, doppio circuito idraulico con portata pari a 100+100 l e l’interasse della gru misura 11.000 mm. Numerosi sono i dispositivi idraulici adottati sulla nuova gru Fassi: Load Sensing, Fassi Electronic Control System, Integrated Machine Control e Automatic Dynamic Control.
Locatelli porta al Saie le due macchine più rappresentative della gamma fuoristrada e multistrada. ATC 20 è la più piccola city crane con le sue dimensioni compatte, ma con portate (fino a 20 t), velocità e comodità paragonabili ai modelli fuoristrada. Le dimensioni compatte (6,32x2,32x2,975 m), l’altezza massima di 34 m e la lunghezza del braccio di 23,8 m la rendono adatta per lavorare all’interno di edifici o per applicazioni industriali. La Grill 8400T è dotata di 4 ruote motrici sterzanti eccellenti che la rendono la migliore come fuoristrada. Monta motore Cat Acert C6.6 con potenza 116.5 kW, dispone di portata massima di 35 t, braccio idraulico a 4 sezioni da 9,1 a 29,5 m e altezza testa braccio di 32,3 m. Come fuoristrada è ideale per lavorare nei cantieri dove si svolgono grandi opere, innalzamenti e lavori pubblici ma anche in operazioni di carico e scarico di navi.

Anche le gru diventano Eco

Oil&Steel si concentra sull’innovazione di prodotto e presenta al Saie la Snake 2010 Compact Rent Edition denominata Evergreen per la sua concezione ecologica che le permette di funzionare con olio biodegradabile. Le altre principali novità sono la Eagle 6035 nata dalla versione precedente Eagle 5634 che mantiene la facile manovrabilità di quest’ultima. Il nuovo modello è allestito con 4 assi da 32 t e grazie alle sue dimensioni compatte (lunghezza di 11,5 m, larghezza di 2,50 m e altezza di 3,990 m) risulta ideale per svolgere lavori in ambienti metropolitani. La macchina è dotata di braccio telescopico in 5 elementi e jib articolato in 3 sezioni, inoltre è equipaggiata di un zavorra ausiliaria che le permette diverse modalità d’installazione e un plus del 20% sulla prestazione dello sbraccio. Terza novità la Snake 2815 Compact che aumenta le già buone prestazioni in altezza e sbraccio della precedente Snake 2512 Compact, con telaio dotato di 4 stabilizzatori, braccio telescopico articolato che aumenta la resa del 30%. Viene installata su veicoli Mitsubishi Canter da 6 t.
Ormig ha presentato al Saie le gru della serie “Pick and carry” sia ad alimentazione diesel sia elettrica. Le gru della nuova serie coprono un’ampia gamma avendo portate da 5,5 a 60 t, tali mezzi sono molto utili per ogni genere di movimentazione essendo in grado di muoversi con il carico applicato sia in siti interni sia su piazzali, anche dove gli spazi si presentano ridotti. Le caratteristiche principali sono la notevole capacità di sollevamento unita alle ridotte dimensioni d’ingombro che ne garantiscono ottime prestazioni. La serie completa può essere equipaggiata con diverse attrezzature come braccetti, forche, ganci e pinze, in questo modo si dimostra versatile per innumerevoli necessità operative.

Articoli correlati

Fassi so Red so Italian

Nell’ambito dei 50 anni di festeggiamenti, ecco i programmi e i progetti di Fassi Gru nelle parole di Giovanni Fassi

Lassù sulle montagne

La Caduff sa di Tavanasa ha acquistato, dal concessionario Notterkran, la grande Fassi F1950 RA per la versatilità operativa e la grande capacità di sollevamento

Macchine simili


22000/1

Benelligru
Gru retrocabina

Hiab 022-2

Hiab
Gru retrocabina

PC 2300 A-V1,V2 Compact

Palfinger Italia
Gru retrocabina

PK 4501 CE A Perf.

Palfinger Italia
Gru retrocabina

110E/5S

Effer - Sol. Ge.
Gru retrocabina

F40B.21

Fassi
Gru retrocabina

P 5000 L

Ing. Bonfiglioli
Gru retrocabina

PC 1300 Compact

Palfinger Italia
Gru retrocabina

130.11/6S

Effer - Sol. Ge.
Gru retrocabina

530 A1

F.lli Ferrari...
Gru retrocabina

PK 2700 B Compact

Palfinger Italia
Gru retrocabina

Hiab XS 166

Hiab
Gru retrocabina