Fassi so Red so Italian - Fassi

Conferenza stampa Fassi Gru

50 anni di gru, questo festeggiano in Fassi nel 2015; non sono i cinquant’anni dalla fondazione (in verità Fassi nasce prima dell’ultima guerra mondiale), ma la ricorrenza riguarda la fondamentale rivoluzione produttiva che ha trasformato un’azienda che si occupava di trasporti di legname e della vendita di semirimorchi, in un produttore di gru retrocabina, oggi tra i primissimi marchi al mondo per numero di macchine vendute e (anche e forse soprattutto) per qualità dei prodotti commercializzati.

Tantissimi i modelli sviluppati in questi 50 anni (oggi la gamma va dalla piccola retrocarica da 1,12 ton/metro alla gigantesca F1950RA he-dynamic da 137,6 ton/metro) tutti rigorosamente rossi. Una scelta di marketing all’avanguardia per gli anni ‘60? Per niente come conferma Franco Fassi, padre di Giovanni, che oggi guida l’azienda: “quando dovemmo colorare le prime unità in officina avevamo a disposizione solo il rosso e quello usammo”.

Da allora di acqua ne è passata tanta sotto i ponti e l’officina è diventata un gruppo di stabilimenti industriali dove la robotizzazione è di casa e la Qualità (intesa come controllo dell’intera filiera produttiva, dalle materie prime al collaudo dei prodotti finiti) la fa da padrona.

Nulla è lasciato al caso nella costruzione delle retrocabina di Albino e i risultati si vedono, con una crescita costante negli anni, anche in questi ultimi di crisi fortissima del settore edile, comparto in cui, a livello mondiale, si concentrano l’80% delle vendite Fassi.

Qualità, innovazione e forza imprenditoriale, gli ingredienti ci sono tutti, ma quali sono i programmi per miscelarli al meglio? Scopriamoli assieme nelle parole di Giovanni Fassi, nel corso delle conferenza stampa di ieri, 14 maggio 2015.

Il Mondo non si inventa

Come ci si aspetta, dopo alcuni momenti celebrativi (50 anni di gru non sono senz’altro pochi), Giovanni Fassi entra nel merito dei mercati. “i dati del 2014 sono stati molto soddisfacenti, ulteriormente consolidati in questi primi tre mesi del 2015. Nel 2014 abbiamo complessivamente venduto 5000 gru e quest’anno pensiamo di incrementare ulteriormente il fatturato, nell’ordine del 5%-10%. Sottolineo - continua Fassi - che l’incremento arriverà certo dal numero di macchine vendute (ne prevediamo circa 5500), ma anche e soprattutto dal mix tipologico del venduto. E’ in corso uno spostamento verso l’alto della richiesta: vendiamo (già dal 2013) sempre più macchine grandi, che, ovviamente, impattano di più sul fatturato complessivo”.

Altro fattore da considerare; ormai il 95% del nostro fatturato è realizzato all’estero in 65 paesi del mondo e quindi siamo più al riparo dalle eventuali crisi locali, soprattutto da quella italiana che ancora non dà segnali di ripresa, soprattutto nel comparto dell’edilizia”.

L’internazionalizzazione - continua Giovanni Fassi - non è stato un processo casuale o veloce in Fassi; già da 40 anni lavoriamo per aprire nuovi mercati (il primo è stato quello francese ndr) con volontà, caparbietà e convinzione. E i risultati, nel tempo, sono arrivati. Se dovessi usare una parola per definire l’attività di Fassi in questi anni, il nostro DNA, questa parola è Costanza. Costanza produttiva, Costanza nell’innovazione Costanza sui servizi Aftersales. E’ per questo che i nostri partners in giro per il mondo ci scelgono, è per questo che i clienti si affidano al nostro gruppo e restano con noi nel tempo”.

Per il 2015, a livello internazionale ci aspettiamo molto dal mercato Usa e da quello del Regno Unito, andranno anche bene i mercati del Nord Europa. Ancora fragile la situazione in tutto il Sud Europa che paga incertezze politiche e fragilità storiche, soprattutto nel comparto dell’edilizia. Guardo con molto interesse anche l’Africa (che ha potenzialità interessantissime), mentre ci preoccupa la crisi profonda della Russia e, sotto altri aspetti, quella del Brasile e del Sud America più in generale”.

Il riciclaggio un comparto strategico

Negli ultimissimi anni (nel 2013 ndr) abbiamo finalizzato alcune operazioni di carattere strategico, volute per estendere il nostro portafoglio prodotti e per approciare il mercato del riciclaggio in maniera più strutturata. Mi riferisco all’acquisizione del ramo scarrabili della francese Marrell che abbiamo realizzato in collaborazione con il nostro importatore francese Fassi France nel 2013 e quella relativa al 22% delle quote (che cresceranno fino al 40% nel 2019) della Cranab, società svedese specializzata nel segmento delle gru forestali offroad. Entrambe le acquisizioni voglio sottolinearlo, non sono di carattere finanziario, ma sono spinte da logiche industriali, di livello strategico”.

Proprio a conferma di questa logica - continua Fassi - già a giugno 2015 presenteremo con Cranab la prima gru forestale on-road; sviluppata interamente dall’azienda svedese, la nuova gru si integra perfettamente con le gamme Fassi e verrà commercializzata dalla nostra rete a livello mondiale. Raggiungeremo così due risultati sinergici: metteremo a disposizione dei nostri partner un portafoglio più ampio di prodotti e, come Fassi, entreremo in mercati in cui, oggi, siamo solo marginalmente presenti”.

Anche per Marrell - conclude Fassi - le logiche sono le stesse; è in corso una revisione della gamma (attualmente gli scarabei vanno dalle 3 alle 28 ton) per poter affrontare i mercati internazionali (Marrell per ora è un brand forte in Francia e negli USA). Il segmento dello scarrabile è fortemente, dal punto di vista tecnologico,  georeferenziato e quindi, per estendere i mercati, dobbiamo adeguare i prodotti alle esigenze locali. Questo allunga leggermente i tempi, ma in Fassi non vogliamo sbagliare, preferiamo muoverci con attenzione per entrare in un mercato con l’ottica di rimanerci il più a lungo possibile”.



Articoli correlati

Lassù sulle montagne

La Caduff sa di Tavanasa ha acquistato, dal concessionario Notterkran, la grande Fassi F1950 RA per la versatilità operativa e la grande capacità di sollevamento

Macchine simili


Hiab 022-2

Hiab
Gru retrocabina

M20A.13

Fassi
Gru retrocabina

530 A2

F.lli Ferrari...
Gru retrocabina

P 30500 XL/6SI

Ing. Bonfiglioli
Gru retrocabina

Cormach 13500 T3

Cormach
Gru retrocabina

5510/1

Benelligru
Gru retrocabina

Cormach 9800 E3

Cormach
Gru retrocabina

Cormach 12000 E4

Cormach
Gru retrocabina

F175A26

Fassi
Gru retrocabina

PK 4501 CE A Perf.

Palfinger Italia
Gru retrocabina

10510/2

Benelligru
Gru retrocabina

PK 8501

Palfinger Italia
Gru retrocabina
t