Maniaci della precisione - Spektra

Con i sistemi 3D possibili tolleranze dimensionali impensabili con i sistemi tradizionali

E' opinione comune pensare che nel settore delle macchine e attrezzature, tutto sia stato inventato e che la sfida si giochi su incrementi di efficienza di uno o al massimo due punti percentuali; tale opinione è ancora più radicata nel settore del movimento terra puro, dove il ritornello ricorrente è "la concorrenza è spietata e le aziende vanno in perdita pur di prendere i lavori". Come spesso capita i luoghi comuni non sono fonte di saggezza, ma piuttosto sono gli alibi dietro cui si nasconde l'inefficienza di un settore che investe poco o nulla nella ricerca. Non è il caso dei protagonisti del cantiere che abbiamo visitato a Giussago, nella neonata provincia di Monza e Brianza: qui l'impresa Nespoli Adriano sta lavorando al completamento delle opere di urbanizzazione di un lotto destinato a edilizia residenziale. Si tratta di realizzare le canalizzazioni di servizio, delle relative opere di sbancamento e di redistribuzione dei terreni e, quindi, dell'asfaltatura dei piazzali e delle aree di connessione all'interno del lotto residenziale. Si capisce subito che qui i luoghi comuni non sono di casa: le macchine sono nuovissime (davvero bello il 330D LN di Cat, nuovo fiammante) e le tecnologie all'avanguardia. In particolare siamo qui per vedere all'opera il sistema satellitare di controllo 3D di Spektra, montato sul 330D e impiegato nelle operazioni di sbancamento, preparazione e livellazione dei piazzali. La prima impressione è confermata, il sistema dà ottima prova di sè, incrementando drasticamente l'efficienza dell'escavatore, la produzione oraria e la qualità del lavoro. Vediamo come.

Precisione al millimetro

Il sistema di controllo 3D GCS900 di Spektra, montato sul 330, si compone di due antenne per la ricezione del segnale satellitare e di una centralina di controllo e comando dotata di un grande pannello LCD sul quale l'operatore può controllare in tempo reale i dati di progetto e il lavoro che sta eseguendo; in questo caso sono stati caricati (con una normale chiavetta USB o anche con una connessione con un portatile) i dati relativi alle quote del piazzale e l'operatore può agevolmente manovrare l'escavatore abbattendo drasticamente i tempi di lavoro, ma anche incrementando la precisione del lavoro stesso. E' immediatamente evidente, per chi opera nel settore, che in questo modo si annullano in sostanza possibili contestazioni dovute a una imprecisa o incompleta progettazione, ma anche errori di interpretazione delle quotature del progetto stesso. L'impresa è quindi sicura di poter effettuare senza contestazioni i vari stati di avanzamento; altro vantaggio notevole: si riducono i tempi di lavorazione, anche del 50%, come testimonia Daniele Nespoli, titolare con il padre dell'impresa Nespoli, che, in questo cantiere, è riuscito a posizionare le canalizzazioni di adduzione delle varie reti, senza impiegare i tradizionali paletti e, soprattutto, nella metà del tempo che solitamente era dedicato a questo tipo di operazione. Lampanti anche i risparmi di carburante (che su un escavatore di tutto rispetto come il 330D sono di non poco conto...).

Veloce e semplice da usare

Il sistema GCS900 è fra quelli più avanzati oggi disponibili al mondo, tuttavia è semplicissimo da usare. Dispone, infatti, di un grande schermo LCD che è stato montato nella cabina dell'escavatore e consente, in maniera intuitiva e in tempo reale, all'operatore di controllare al millimetro (dato che il sistema scelto dalla Nespoli ha due antenne, la tolleranza è davvero millimetrica) le operazioni di scavo. Non occorre essere laureati in ingegneria per interpretare i dati che si susseguono sullo schermo: un disegno dell'escavatore (si può scegliere la vista in pianta, laterale o della benna) riporta il corretto posizionamento, indicando in verde la quota quando si stanno rispettando le tolleranze, in rosso quando queste sono state superate. L'operatore, nel caso della nostra prova Daniele Nespoli, non deve far altro che seguire le indicazioni della strumentazione, riuscendo con minore fatica ad eseguire molto più lavoro in una singola giornata di cantiere.

Si smonta e si monta in 3 minuti

Chi avesse delle perplessità o dei dubbi sulla semplicità di installazione del sistema, può dormire sonni tranquilli: il GCS900 di Spektra si monta in pochi minuti e comunque l'azienda di Vimercate assicura una costante e veloce assistenza in cantiere. La velocità e semplicità di montaggio consente inoltre, per chi ne ha l'esigenza, di spostare il sistema satellitare 3D da un mezzo all'altro senza particolari problemi. Le antenne inoltre con un sistema a scatto possono essere rimosse dai pali di sostegno per evitarne il furto nelle ore notturne o a cantiere chiuso; anche per lo schermo LCD le operazioni di rimozione giornaliere sono molto semplici.

 

il personaggio: Daniele Nespoli

"Da sempre siamo convinti che la qualità del parco macchine e l'innovazione tecnologica siano la chiave per operare con qualità e successo nel nostro settore. Per noi è un vanto impiegare tecnologie all'avanguardia che ci consentono di essere più competitivi nel nostro territorio. Il sistema satellitare 3D che Spektra ci ha proposto ci ha subito convinto ed è andato oltre alle nostre migliori aspettative: gli escavatori che montano il sistema ci consentono di lavorare con più precisione, più velocemente e con una qualità impensabile con altri sistemi. Con il GCS900 riusciamo ad ottenere un binomio che è sempre il sogno degli imprenditori: clienti soddisfatti e maggiore efficienza aziendale. Due fattori che ci fanno ben sperare per il futuro, anche in periodi difficili come quello che il nostro mercato sta attraversando."

Articoli correlati

E sono tre!

Terza tappa per i Campi Scuola di Sitech 2015: i sistemi laser e satellitari fanno tappa a Vicenza

3D, si grazie!

Seconda tappa per le open house Sitech, questa volta a Truccazzano, tante le imprese venute a provare i sistemi 2D e 3D 

L’Università del 3D

Sistemi Sitech e macchine Caterpillar a Alessandria per sistemi laser e satellitari 2D e 3D

E num chi TEEM?

Sul Lotto C della TEEM abbiamo visto all’opera i Sistemi Satellitari 3D di Trimble acquistati da Colombo Severo

A scuola di efficienza

Abbiamo frequentato la due giorni di campo scuola di Spektra-Sitech a Vicenza per conoscere i sistemi 2D e 3D per la gestione della produttività

Sulla strada del 3D

Il motorgrader è senza dubbio la macchina più difficile da gestire: Profacta ha scelto Spektra per incrementare la produttività di un Volvo G990 sul cantiere del raccordo stradale fra la A4 e la A21