E li chiamano ribaltabili!! - Emilcamion

10 S5 Evo per il Gruppo Simonelli

Il 2010 si sta dimostrando un anno difficile forse più di quel 2009 che già tanto aveva fatto soffrire tutte le aziende del settore edile, nessuna esclusa; pochi acquisti di nuovo, mercato dell’usato crollato, anche il noleggio in difficoltà. Tuttavia non tutto è nero, soprattutto per quelle aziende che hanno saputo ripensare il proprio ruolo fin dall’inizio della crisi e lo hanno rivisto nell’ottica della diversificazione dei mercati, del riposizionamento territoriale e degli investimenti dedicati all’innovazione. Emilcamion è senza dubbio una di queste (poche) aziende virtuose; a dir la verità l’innovazione e la voglia di investire sono sempre state nel DNA dell’azienda di Argelato in generale e del suo fondatore (e presidente) Marco Bettini in particolare. Tale propensione però è stata senza dubbio incentivata nell’ultimo periodo e il lavoro è stato premiato. I numeri infatti sono in decisa crescita e, complice un ritrovato equilibrio finanziario, anche la qualità delle commesse sta indubbiamente aumentando. Caso emblematico di questo successo imprenditoriale, la recente consegna di 10 Mercedes Actros allestiti con ribaltabile posteriore S5 Evo al Gruppo Simonelli che opera in tutta Italia nel settore della costruzione delle infrastrutture.

Punta di diamante

I ribaltabili posteriori S5 Evo (capacità 20 m3) consegnati al Gruppo Simonelli sono forse il frutto più riuscito della ricerca Emilcamion: si tratta di vasche poligonali a ribaltamento posteriore con sponda idraulica basculante che consente di raggiungere i 45 o i 70 cm di apertura (quando si utilizza il sistema idraulico opzionale) al di sopra dell’altezza delle pareti. La notevole superficie di scarico consente soddisfare anche le esigenze operative più estreme senza ridurre i tempi di ciclo, anche grazie al cilindro idraulico di sollevamento frontale. Il sollevamento e l’apertura della vasca vengono gestite dall’operatore direttamente dal posto guida tramite due leve di comando poste a lato del sedile di guida (o in alternativa sul tunnel). Emilcamion ha pensato anche a un sistema di sicurezza che impedisce il sollevamento del ribaltabile se la sponda è chiusa; in cabina sono presenti indicatori luminosi che aggiornano l’operatore sulla situazione della sponda (aperta/chiusa). Il notevole successo dell’allestimento S5 Evo, ben dimostrato dalle entusiastiche dichiarazioni dei titolari del Gruppo Simonelli, è anche testimoniato dall’accordo siglato da Emilcamion con CGT, dealer CAT per il centro e nord Italia, per l’allestimento su camion DAF di vasche S5 Evo. Consentiteci anche un accenno a un altro ribaltabile Emilcamion che ci affascina davvero: il Tripost, un ribaltabile posteriore trilaterale che consente il ribaltamento sui tre lati, mantenendo le logiche proprie delle vasche a scarico posteriore. La sponda posteriore può essere sia a apertura idraulica sia basculante e, dato da non sottovalutare, l’operatore può compensare eventuali sbilanciamenti durante lo scarico, aprendo direttamente dal posto guida.

A prova d’acqua

Non solo ribaltabili, ma anche soluzioni per ribaltabili. Nell’ottica di potenziare la propria offerta a 360°, Emilcamion ha, alla fine del 2009, ufficialmente presentato una vasca S5 EVO con portellone posteriore ad ala di gabbiano dotato di guarnizione pneumatica. La tenuta stagna viene assicurata da un sistema azionato dall'operatore in cabina che, con un semplice comando, immette aria compressa nella guarnizione che, dilatandosi, sigilla gli spazi tra pianale e pareti laterali, impedendo completamente all'acqua di filtrare. Si tratta di un sistema particolarmente utile a chi carichi materiale da cave sommerse o con forte presenza d’acqua e poi debba trasportarlo ai siti di stoccaggio, spostandosi sulla normale rete stradale. Prima dello scarico la guarnizione viene svuotata dell'aria per non interferire nelle operazioni di apertura del portellone posteriore. Il sistema è disponibile sia su allestimenti nuovi sia come retrofit per tutte le S5 munite di sistema Dual Control.

Italico ingegno

Chi ha detto che i sistemi elettronici e pneumatici sono sempre la scelta migliore? In Emilcamion, che di innovazione si intende, sono convinti che la parola d'ordine per molti mercati del futuro (Paesi emergenti in testa, ma non solo) sia Semplicità e hanno presentato al mercato una ribaltabile posteriore a vasca ad apertura ad ala di gabbiano che utilizza per il sistema di comando e sollevamento solo sistemi meccanici. Niente elettronica o sistemi pneumatici quindi per la nuova vasca S5 Leonardo (e il nome non è stato scelto a caso), ma un semplicissimo quanto geniale metodo che impiega carrucole e funi, che lavora sfruttando la forza di gravità. In questo modo l'apertura della sponda è garantita e vengono drasticamente abbattuti i costi normalmente connessi al sistema di apertura. Altro vantaggio? Si semplifica tantissimo la manutenzione e la riparazione, fattore fondamentale quando si opera in cantieri isolati (pensate a quelli africani o del sud America) dove i ricambi sono spesso un sogno per pochi. Emilcamion promette anche un prezzo di lancio del sistema davvero interessante. Staremo a vedere, intanto le vasche saranno disponibili da settembre 2010.


il personaggio: Giuseppe Simonelli

Ci siamo lasciati convincere da Emilcamion poco alla volta, nello stile che contraddistingue la nostra impresa dalla sua fondazione” - inizia così Giuseppe Simonelli, titolare con i suoi 3 fratelli del gruppo omonimo, e continua “dopo una prima sperimentazione soddisfacente abbiamo via via aumentato il numero dei ribaltabili in flotta e, con questa consegna di 10 unità, Emilcamion è di fatto il nostro unico fornitore. Abbiamo l’esigenza di mezzi particolarmente affidabili, visto che i cava cantiere devono percorrere anche 20 km sulla rete autostradale e siamo convinti che l’accoppiata S5 Evo e Actros di Mercedes sia quella che ci da le massime garanzie sul mercato. In una fase così difficile, la qualità è l’unica ancora di salvezza per poter competere con successo con una concorrenza ogni giorno più agguerrita.

Articoli correlati

Tubi, tubi e ancora tubi!

Mezzi Astra con trasmissione Allison Trasmission protagonisti nella costruzione di uno dei principali gasdotti europei

I Camion delle Nevi

Al lavoro sulle Alpi Svizzere una flotta di cava cantiere Astra equipaggiati  con cambio automatico Allison